La geoingegneria è quel progetto che vede una manipolazione tecnologica su larga scala dei sistemi della Terra, spesso sbandierato come contrasto o soluzione al cambiamento climatico. Le tecnologie di geoingegneria del clima possono essere suddivise in tre grandi aree: la così detta gestione della radiazione solare (riflettendo la luce solare verso lo spazio), la rimozione o cattura dei gas serra e il sequestro e modificazione del clima.
La geoingegneria si rifà ad una vasta gamma di tecniche, tra cui: sabbiatura di particelle di solfato nella stratosfera per manipolare la radiazione solare e ridurre la temperatura terrestre, “sbiancamento” delle nuvole per riflettere i raggi del sole, immissione di particelle di ferro negli oceani per nutrire plancton assorbi CO2, sparare ioduro d’argento nelle nuvole per produrre la pioggia, fino a pratiche di ingegneria genetica per creare colture con un fogliame che rifletta maggiormente la luce solare.

Atene: Contro i progetti progressisti-energetici

Alcune fotografie del presidio contro i progetti progressisti-energetici che si è svolto nel pomeriggio di giovedì 9 luglio 2015, all’incrocio delle vie Akadimias e Massalias, nei pressi della facoltà di Diritto, nel centro di Atene. Durante l’attività sono stati appesi degli striscioni, sono stati distribuiti centinaia di volantini e delle scritte sono state fatte nei paraggi. Inoltre, la sera del 10 luglio si è tenuto sulla collina di Strefi, a Exarchia, un dibattito aperto sullo sviluppo, la distruzione del mondo naturale e il perpetuarsi del dominio.
Le attività sono state organizzate per gli Incontri di anarchici contro ogni forma di reclusione e la distruzione della biosfera da parte del dominio
.

12-1024x768345-1024x628678-1024x768

Info da: it.contrainfo.espiv.net